VerfassungsgeschichteVerfassungsvergleichVerfassungsrechtRechtsphilosophie
UebersichtWho-is-WhoBundesgerichtBundesverfassungsgerichtVolltextsuche...

Informationen zum Dokument  BGer 6B_136/2019 vom 12.02.2019  Materielle Begründung
Druckversion | Cache | Rtf-Version
Bearbeitung, zuletzt am 1. März 2019, durch: DFR-Server (automatisch)
 
BGer 6B_136/2019 vom 12.02.2019
 
 
Sentenza del 12 febbraio 2019
 
Corte di diritto penale
1
Composizione
2
Giudice federale Denys, Presidente,
3
Cancelliere Gadoni.
4
Partecipanti al procedimento
5
A.________,
6
patrocinata dall'avv. Fabrizio Keller,
7
ricorrente,
8
contro
9
1. Ministero pubblico del Cantone Ticino,
10
2. B.________,
11
opponenti.
12
Oggetto
13
Decreto di non luogo a procedere (diffamazione, calunnia),
14
ricorso in materia penale contro la sentenza emanata
15
il 12 dicembre 2018 dalla Corte dei reclami penali
16
del Tribunale d'appello del Cantone Ticino (incarto
17
n. 60.2018.230).
18
 
Considerando:
 
che A.________ ha presentato il 17 aprile 2018 una querela penale nei confronti di B.________ per i titoli di diffamazione e di calunnia in relazione a delle espressioni scritte da quest'ultimo che sarebbero state lesive dell'onore della querelante;
19
che, con decisione del 22 agosto 2018 il Ministero pubblico ha decretato il non luogo a procedere, ritenendo non adempiuti gli elementi costitutivi dei reati prospettati;
20
che, contro il decreto di non luogo a procedere, la denunciante ha presentato un reclamo alla Corte dei reclami penali del Tribunale d'appello (CRP);
21
che, con sentenza del 12 dicembre 2018, la CRP ha respinto il reclamo, ritenendo meritevole di tutela la decisione del magistrato inquirente;
22
che A.________ impugna con un ricorso del 30 gennaio 2019 al Tribunale federale questa sentenza, chiedendo di annullarla e di rinviare gli atti alla Corte cantonale per una nuova decisione;
23
che, in via subordinata, la ricorrente chiede di rinviare gli atti al Ministero pubblico per la continuazione del procedimento penale;
24
che non sono state chieste osservazioni sul gravame;
25
che il Tribunale federale esamina d'ufficio e con piena cognizione se e in che misura un ricorso può essere esaminato nel merito (DTF 144 V 280 consid. 1; 144 II 184 consid. 1 e rispettivi rinvii);
26
che, secondo l'art. 81 cpv. 1 lett. b n. 5 LTF, l'accusatore privato che ha partecipato alla procedura dinanzi all'istanza precedente è abilitato ad adire il Tribunale federale, se la decisione impugnata può influire sul giudizio delle sue pretese civili;
27
che spetta al ricorrente, in virtù dell'art. 42 cpv. 2 LTF, addurre i fatti a sostegno della sua legittimazione, segnatamente quando, tenendo conto della natura dei reati perseguiti, l'influenza sulla decisione relativa alle pretese civili non sia facilmente deducibile dagli atti (cfr. DTF 141 IV 1 consid. 1.1; 138 IV 86 consid. 3; 133 II 353 consid. 1);
28
che questa giurisprudenza è applicabile anche in materia di reati contro l'onore, sicché spetta all'interessato sostanziare il pregiudizio subito e le pretese di risarcimento del danno o di riparazione del torto morale giusta l'art. 41 segg. CO che sarebbe intenzionato ad avanzare (cfr. sentenze 6B_13/2019 del 29 gennaio 2019 consid. 2.1; 6B_1133/2015 del 20 novembre 2015 consid. 1.2.2; 6B_94/2013 del 3 ottobre 2013 consid. 1.1);
29
che la giurisprudenza è restrittiva al riguardo e il Tribunale federale entra nel merito di un ricorso solo quando dalla sua motivazione risulta in modo sufficientemente preciso che le esposte condizioni sono adempiute (cfr. sentenze 6B_107/2016 del 3 febbraio 2017 consid. 3.1 e 6B_993/2015 del 23 novembre 2015 consid. 1.2.1);
30
che la ricorrente si limita a richiamare la sua veste di querelante, di danneggiata e di accusatrice privata nel procedimento penale;
31
che non spiega tuttavia, né sostanzia, quali pretese civili intende fare valere in relazione con le espressioni scritte dall'opponente e in quale misura la decisione impugnata potrebbe avere un'incidenza sul loro giudizio;
32
che nella fattispecie l'assenza di una motivazione sulle eventuali pretese di risarcimento del danno o di riparazione del torto morale comporta il diniego della legittimazione ricorsuale nel merito giusta l'art. 81 cpv. 1 lett. b n. 5 LTF;
33
che, laddove richiama la sua veste di querelante, la ricorrente sarebbe legittimata ad adire il Tribunale federale, per quanto trattasi del diritto di querela come tale (art. 81 cpv. 1 lett. b n. 6 LTF);
34
che questa ipotesi non entra però qui in considerazione, siccome non sono invocate irregolarità concernenti il suo diritto di querela (cfr. art. 30 segg. CP);
35
che, indipendentemente dalla sua legittimazione ricorsuale nel merito, la ricorrente sarebbe abilitata a censurare la violazione di garanzie procedurali che il diritto le conferisce quale parte nella procedura (cfr. DTF 141 IV 1 consid. 1.1 pag. 5 e rinvii);
36
che tuttavia questa facoltà di invocare i diritti di parte non le permette di rimettere indirettamente in discussione il giudizio di merito (DTF 141 IV 1 consid. 1.1 pag. 5; 138 IV 248 consid. 2);
37
che, richiamando l'art. 29 Cost., la ricorrente rimprovera alla Corte cantonale di non avere sufficientemente motivato la propria decisione;
38
che questa censura tende a rimettere in discussione la valutazione di merito contenuta nel giudizio impugnato, ciò che la ricorrente non è abilitata a fare, difettandole la legittimazione;
39
che pertanto il ricorso, non motivato in modo sufficiente, può essere deciso sulla base della procedura semplificata dell'art. 108 cpv. 1 lett. b LTF;
40
che le spese giudiziarie seguono la soccombenza e devono quindi essere accollate alla ricorrente (art. 66 cpv. 1 LTF);
41
 
per questi motivi, il Presidente pronuncia:
 
1. Il ricorso è inammissibile.
42
2. Le spese giudiziarie di fr. 800.-- sono poste a carico della ricorrente.
43
3. Comunicazione alle parti e alla Corte dei reclami penali Tribunale d'appello del Cantone Ticino.
44
Losanna, 12 febbraio 2019
45
In nome della Corte di diritto penale
46
del Tribunale federale svizzero
47
Il Presidente: Denys
48
Il Cancelliere: Gadoni
49
© 1994-2019 Das Fallrecht (DFR).