VerfassungsgeschichteVerfassungsvergleichVerfassungsrechtRechtsphilosophie
UebersichtWho-is-WhoBundesgerichtBundesverfassungsgerichtVolltextsuche...

Informationen zum Dokument  BGer 2C_1036/2018 vom 11.02.2019  Materielle Begründung
Druckversion | Cache | Rtf-Version
Bearbeitung, zuletzt am 6. März 2019, durch: DFR-Server (automatisch)
 
BGer 2C_1036/2018 vom 11.02.2019
 
 
Sentenza dell'11 febbraio 2019
 
II Corte di diritto pubblico
1
Composizione
2
Giudice federale Seiler, Presidente,
3
Cancelliera Ieronimo Perroud.
4
Partecipanti al procedimento
5
A.________,
6
ricorrente,
7
contro
8
Dipartimento delle istituzioni del Cantone Ticino, Sezione della popolazione,
9
Consiglio di Stato del Cantone Ticino.
10
Oggetto
11
Revoca del permesso di dimora UE/AELS,
12
ricorso contro la sentenza emanata il 17 ottobre 2018
13
dal Tribunale amministrativo del Cantone Ticino (52.2016.364).
14
 
Considerando:
 
che il 17 ottobre 2018 il Tribunale amministrativo del Cantone Ticino ha respinto il gravame presentato il 13 luglio 2016 da A.________, cittadino italiano, contro la decisione dell'8 giugno 2016 con cui il Consiglio di Stato ha confermato la decisione di revoca del suo permesso di dimora UE/AELS pronunciata il 29 dicembre 2015 dalla Sezione della popolazione del Dipartimento ticinese delle istituzioni;
15
che il 21 novembre 2018 A.________ ha inoltrato al Tribunale federale un ricorso in materia di diritto pubblico con cui chiedeva l'annullamento della sentenza cantonale e la conferma del proprio permesso di dimora UE/AELS;
16
che l'avviso di ricevimento inviatogli il 22 novembre 2018 all'indirizzo figurante nel ricorso è stato rispedito al Tribunale federale con la menzione "la casella delle lettere/la casella postale non viene più vuotata";
17
che il successivo decreto del 26 novembre 2018, mandato al medesimo indirizzo e con il quale il ricorrente veniva invitato a versare entro il 3 gennaio 2019 un anticipo delle spese di fr. 2'000.--, è stato a sua volta rimandato al Tribunale federale con la menzione "il destinatario è irreperibile all'indirizzo indicato";
18
che in seguito al tentativo infruttuoso di contattarlo, con scritto dell'11 dicembre 2018 presso l'indirizzo figurante nella sentenza impugnata (anche questa lettera venendo rispedita con la menzione "il destinatario è irreperibile all'indirizzo indicato"), il Tribunale federale ha invitato il ricorrente tramite pubblicazione mediante inserzione nel Foglio federale del 15 gennaio 2019 (cfr. 2019 834) a indicargli per iscritto, entro 21 giorni dalla pubblicazione, le generalità e l'indirizzo di una persona in Svizzera a cui notificare con effetto vincolante gli atti giudiziari a lui destinati, con la menzione che se non avesse ottemperato le notificazioni potrebbero allora essere omesse o avvenire mediante pubblicazione nel Foglio federale;
19
che inoltre è stato accordato al ricorrente un secondo termine non prorogabile di 21 giorni dalla pubblicazione per fornire l'anticipo delle spese di fr. 2'000.-- richiesto il 26 novembre 2018;
20
che veniva inoltre richiamata la sua attenzione sul fatto che se l'anticipo delle spese non fosse versato entro il termine accordato, il ricorso sarebbe stato dichiarato inammissibile (art. 62 cpv. 3 LTF);
21
che nel termine suppletorio e non prorogabile scadente in concreto il 5 febbraio 2019, il ricorrente non ha provveduto ad indicare a questa Corte un recapito in Svizzera né a pagare o a fare accreditare l'anticipo domandato sul conto postale del Tribunale federale, al quale non è pervenuto un avviso di addebito di un conto bancario o postale;
22
che in queste circostanze il Tribunale federale non può entrare nel merito del gravame (art. 48 cpv. 4 e 62 cpv. 3 LTF);
23
che statuendo secondo la procedura semplificata di cui all'art. 108 cpv. 1 lett. a LTF il ricorso dev'essere di conseguenza dichiarato irricevibile conformemente a quanto previsto dall'art. 62 cpv. 3 LTF;
24
che le spese inutili sono sostenute dal ricorrente, che le ha cagionate (art. 66 cpv. 3 LTF), mentre non non si assegnano ripetibili ad autorità vincenti (art. 68 cpv. 3 LTF);
25
 
Per questi motivi, il Presidente pronuncia:
 
1. Il ricorso è inammissibile.
26
2. Le spese giudiziarie di fr. 500.-- sono poste a carico del ricorrente.
27
3. Comunicazione alla Sezione della popolazione del Dipartimento delle istituzioni, al Consiglio di Stato e Tribunale amministrativo del Cantone Ticino, nonché alla Segreteria di Stato della migrazione SEM. Un esemplare di questa sentenza, il cui dispositivo viene pubblicato mediante inserzione nel Foglio federale, si trova a disposizione del ricorrente presso il Tribunale federale.
28
Losanna, 11 febbraio 2019
29
In nome della II Corte di diritto pubblico
30
del Tribunale federale svizzero
31
Il Presidente: Seiler
32
La Cancelliera: Ieronimo Perroud
33
© 1994-2019 Das Fallrecht (DFR).